RESPIRARE BOLOGNA

Il Blog di Filippo Bortolini

Posts Tagged ‘immigrazione’

11-14 aprile – Maratona firme per il #dirittodiscelta: obiettivo 10.000!

Posted by filippobortolini su 7 aprile 2012

Da mercoledì 11 a sabato 14 aprile lanciamo la sfida: diecimila firme per un permesso ai profughi provenienti dalla Libia.


Sono già migliaia le firme raccolte dalla Campagna #dirittodiscelta per il rilascio di un permesso di soggiorno umanitario ai richiedenti asilo arrivati dalla Libia durante la cosiddetta “emergenza Nordafrica”.
Associazioni, enti, volontari, attivisti, operatori, singoli cittadini, oltre ad artisti, giornalisti, legali, docenti, rappresentanti delle istituzioni locali, esponenti di organizzazioni del mondo laico e cattolico, hanno voluto sottoscrivere il testo che rivolge al Ministero un’ istanza precisa: riconoscere ai migranti fuggiti dalla Libia ed approdati sulle nostre coste il diritto di restare, il diritto di scegliere il loro futuro.
Nelle prossime settimane incontreremo al Ministero dell’Interno Anna Maria Cancellieri per consegnarle la nostra richiesta insieme alle firme raccolte. Migliaia di voci che si aggiungono ad altre che in questi mesi hanno rivolto al Viminale la stessa richiesta: un segnale di discontinuità col passato governo.

Per questo da mercoledì 11 aprile a sabato 14 aprile invitiamo tutti a partecipare alla MARATONA PER IL #DIRITTODISCELTA.
Quattro giorni di raccolta firme nelle piazze, nelle scuole, nelle università, negli eventi e nelle iniziative pubbliche, nelle serate degli spazi sociali per raggiungere insieme
l’ OBIETTIVO 10.000 FIRME
da consegnare al Ministero….
…insieme possiamo farcela…
Giovedì 12 aprile sarà possibile firmare al TPO (Via casarini 17/5 Bologna) durante la serata di Frontiere, rassegna di film sull’immigrazione

Proiezione di

Benvenuti in Italia (Italia/2011)
di Aluk Amiri, Hamed Dera, Hevi Dilara, Zakaria Mohamed Ali, Dagmawi Yimer (50’)
http://www.meltingpot.org/articolo17547.html

Posted in Note politiche | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »

Diritto di scelta e permesso subito per tutti i migranti fuggiti dalla Libia!

Posted by filippobortolini su 14 marzo 2012

Presidio sotto alla Prefettura per consegnare le forme della Petizione
Giovedì 15 marzo ore 17

Piazza Roosvelt Bologna, sotto alla Prefettura
Lo scorso anno sono arrivati in Italia 25 mila donne e uomini provenienti dalla Libia. Sono fuggiti perché la guerra contro il regime di Gheddafi ha reso la loro vita impossibile: sia chi ha perso il lavoro e ha visto la sua vita in pericolo, sia chi minacciato dalle forze anti-regime perché considerato mercenario, sia chi costretto a imbarcarsi dalle milizie governative. Arrivati a Lampedusa sono stati imbarcati nelle navi-Cie e poi smistati dalla Protezione Civile in vari centri/campi di accoglienza e di fatto costretti a fare richiesta di asilo.
Ancora oggi, a quasi un anno di distanza, non conoscono il loro destino, e restano parcheggiati in strutture come Prati di Caprara, Villa Aldini o Milliario.
Provengono dalla Libia ma sono originari di altri paesi, Ghana, Mali, Nigeria, Pakistan, Bangladesh…
Le commissioni per il riconoscimento della protezione internazionale non potranno concedere loro lo status di rifugiati se saranno considerate solo le loro storie nel paese d’origine e non anche le cause di fuga dalla guerra in Libia. Il diniego della richiesta per asilo – che il Ministro Maroni aveva preannunciato per circa il 70% di loro – li consegnerà alla clandestinità e allo sfruttamento.
Per questo con la campagna “Diritto di scelta” abbiamo chiesto che sia riconosciuto il loro diritto di scegliere dove vivere, di restare nel paese in cui si sono rifugiati, attraverso il rilascio di un permesso per motivi umanitari che garantisca loro la permanenza regolare e degna nel nostro paese.
Diversamente, sarebbero abbandonati alla clandestinità, imprigionati nella spirale irregolarità-sfruttamento-repressione. Crediamo che eliminare i diritti di alcuni significhi eliminare i diritti di tutti ed e’ per questo che la loro sfida e’ anche la nostra, quella per il diritto di scegliere del proprio futuro.
Giovedì 15 marzo alle ore 17 saremo insieme a loro, sotto alla Prefettura in Piazza Roosvelt, per chiedere al Prefetto di Bologna che trasmetta al Ministero dell’Interno la richiesta di rilasciare da subito un permesso di soggiorno affinché possa essere restituita dignità a queste persone, fuggite per salvarsi da una guerra che il nostro paese ha condotto.
Invitiamo cittadine/i, operatori delle cooperative che gestiscono le strutture, associazioni, collettivi, enti locali e tutti i firmatari della campagna Diritto di scelta, a sostenere la loro richiesta, partecipando al presidio
Per il diritto di scelta
Per il rilascio dei permessi umanitari
Per la fine dei respingimenti
Per una nuova carta dell’accoglienza
Sportello Migranti TPO, Scuola di Italiano con i Migranti Kalima, Rete Welcome
tpo@mail.com

Posted in Appuntamenti / Agenda | Contrassegnato da tag: , , | Leave a Comment »

Burned identities. Migrazioni in città tra percorsi escludenti e riappropriazioni urbane

Posted by filippobortolini su 28 febbraio 2012

Su www.meltingpot.org la diretta video-streaming

Incontri di formazione dello Sportello Migranti TPO
Mercoledì 29 febbraio
Interventi di prossimità ed educativa di strada, metodi ed esperienze  Simona Bruni, formatrice Coop Csapsa Bologna  Cinzia Lenzi, Pedagogista, Educatrice Professionale Coordinatrice Ausl di Bologna
Martedì 6 marzo
Note giuridiche su immigrazione e asilo per orientarsi tra esclusione e diritti  Ivana Stojanova, giurista Sportello Migranti TPO
Martedì 13 marzo
Accogliere ed includere. Potere, sofferenza e fiducia nel rapporto tra migranti e servizi
Barbara Sorgoni, docente di antropologia culturale Università di Bologna .

Alla formazione seguirà la costituzione di gruppi di lavoro per le equipe mobili nell’ambito del percorso Plein Air Plein Droit. Per informazioni rivolgersi all’associazione.
Identità bruciate, corpi nascosti, esistenze negate.
Vite ai margini, costrette ad abitare luoghi dimenticati ed abbandonati, sospese in piazze, giardini e strade perdute.
Nel tempo della crisi la legge sull’immigrazione, i tagli al welfare e il controllo securitario hanno trasformato la città in fabbrica dell’esclusione, riducendo i migranti a corpi da traumatizzare, sfruttare e rinchiudere.
Nella vita dei migranti non accolti e respinti si aprono scenari urbani caratterizzati non più da libertà e autodeteminazione ma da sopravvivenza e necessità.
Un ciclo di incontri finalizzato alla realizzazione di una equipe mobile dello Sportello Migranti che possa attraversare questi contesti urbani e chi li vive, per cercare insieme gli strumenti di una nuova relazione per la conquista di un diritto alla città tutta che prescinda da status giuridici e nazionalità.
Gli incontri sono aperti a studenti, migranti, operatori di associazioni, cittadine-i interessate-i al percorso di realizzazione di un’equipe mobile di prossimità rivolta ai migranti.
La partecipazione è gratuita e richiede l’iscrizione:
 Compila la scheda di iscrizione e inviala a yabasta.bologna@gmail.com
Info:
Associazione Ya Basta! Bologna
Via Casarini 17/4 Bologna
Tel 051/6493234


Progetto promosso da
Associazione Ya Basta! Bologna
Associazione Mooladé

In collaborazione con:
Progetto Melting Pot Europa, www.meltingpot.org
Centro sociale TPO, www.tpo.bo.it
Realizzato insieme a VolaBO nell’ambito del Progetto “Plein Air Plein Droit” 2011
Identità bruciate, corpi nascosti, esistenze negate.
Vite ai margini, costrette ad abitare luoghi dimenticati ed abbandonati, sospese in piazze, giardini e strade perdute.
Nel tempo della crisi la legge sull’immigrazione, i tagli al welfare e il controllo securitario hanno trasformato la città in fabbrica dell’esclusione, riducendo i migranti a corpi da traumatizzare, sfruttare e rinchiudere.
Nella vita dei migranti non accolti e respinti si aprono scenari urbani caratterizzati non più da libertà e autodeteminazione ma da sopravvivenza e necessità.
Un ciclo di incontri finalizzato alla realizzazione di una equipe mobile dello Sportello Migranti che possa attraversare questi contesti urbani e chi li vive, per cercare insieme gli strumenti di una nuova relazione per la conquista di un diritto alla città tutta che prescinda da status giuridici e nazionalità.
Gli incontri sono aperti a studenti, migranti, operatori di associazioni, cittadine-i interessate-i al percorso di realizzazione di un’equipe mobile di prossimità rivolta ai migranti.

Posted in Appuntamenti / Agenda, Note politiche | Contrassegnato da tag: | Leave a Comment »

Migranti: la campagna di Ya Basta e Al Sirat per la dignità

Posted by filippobortolini su 6 ottobre 2011

Ya Basta e Al Sirat raccolgono fondi per i permessi di soggiorno dei profughi tunisini

Le associazioni per i diritti dei migranti lanciano una campagna di informazione e sottoscrizioni per il permesso di soggiorno dei profughi giunti in città da Lampedusa.

Ya Basta e Al Sirat indicono una campagna d’informazione e raccolta fondi per aiutare i rifugiati tunisini a sostenere le spese di rinnovo dei permessi di soggiorno. Tra pochi giorni, infatti, scadranno i permessi per motivi umanitari rilasciati ai cittadini tunisini sbarcati a Lampedusa agli inizi dello scorso aprile (circa 150 nella sola Bologna). Accedere alla procedura oggi ha un costo di circa 70 euro (potrebbe addiruttura aumentare, dal momento che il Governo parlava di una tassa fissa di 200 euro) e le due associazioni hanno ideato un Digni-kit per contribuire a queste spese.

Dal momento in cui è stato decretato lo stato d’emergenza in Tunisia e fino ad aprile, sono sbarcati a Lampedusa circa 24 mila tunisini in cerca di asilo politico, ma solo per 11 mila di loro è stato possibile ottenere lo status di rifugiato politico. Una condizione che, tra le varie problematiche, non consente nemmeno ai migranti di lavorare.

Fra pochi giorni questi permessi scadranno, nel silenzio e nel totale disinteresse del Ministero degli Interni. Per evitare che questi cittadini diventino schiere di clandestini invisibili, ai margini delle nostre città e senza possibilità di costruirsi un futuro decente, Ya Basta e Al Sirati si stanno impegnando ad aiutarli nell’iter burocratico che devono percorrere e nel raccogliere fondi per le spese di spedizione della domanda. Nell’idea delle associazioni il rinnovo dei permessi sarebbe la dimostrazione concreta di appoggio alla svolta democratica che sta avvenendo nei Paesi nord africani.
La campagna di raccolta fondi, dunque, serve proprio a fornire un aiuto concreto e una chance di futuro a chi non ha alternative e per contrastare l’illegalità nell’immigrazione.
Promuovono:
Associazione Ya Basta! Bologna e Associazione Al-Sirat
Per informazioni sulla campagna e per fare una donazione:
Ass Ya Basta!
Tel 051/6493234 – 389/9428707 – yabasta.bologna@gmail.com
Ass. Al-Sirat
Tel 329/2244183 – alsirat@autistici.orgsportellomedicogiuridico@gmail.com
Conto corrente: ITZ05018024000 0000 0109427, CAUSALE DIGNIKIT

da www.radiocittafujiko.it

Posted in Note politiche | Contrassegnato da tag: , | Leave a Comment »