RESPIRARE BOLOGNA

Il Blog di Filippo Bortolini

Istituzione di un nuovo sistema di raccolta differenziata negli esercizi della ristorazione

raccolta-olii-esausti

(foto da www.demo-serbatoi.com)

Bologna 17/11/06

Gruppo Consigliare
Centro-Sinistra per Reno

Oggetto: Istituzione di un nuovo sistema di raccolta differenziata negli esercizi della ristorazione.

Premesso che:

– Nella città di Graz (Austria-240.000 abitanti) è stata istituita una raccolta differenziata degli oli da cucina esausti nei ristoranti, nelle grandi cucine aziendali, nelle grandi aziende di produzione di pasti pronti per aziende, scuole, ospedali, ecc.
– L’ufficio ambiente del Comune di Graz ha sviluppato un sistema gratuito di raccolta differenziata dell’olio da cucina per trasformarlo in bio-diesel da trazione.
– Sono 1200 i locali pubblici che hanno aderito a questa iniziativa.

Considerato che:

– La raccolta viene effettuata da una azienda specializzata (Oko-service GmbH) che realizza corsi di formazione per gli operatori e produce anche nuovi posti di lavoro socialmente utili nel campo dei servizi ecologici destinandoli a persone disoccupate e disabili.
– Dopo la raccolta differenziata degli oli esausti questi vengono trattati da aziende specializzate che lo trasformano in carburante biodiesel.
– La municipalità di Graz ha sostituito o midificato la totalità dei suoi mezzi pubblici per poter utilizzare i bio-carburante.

Inoltre considerato che:

– Pratiche di questo genere hanno diversi aspetti positivi come quello di evitare che gli oli usati finiscano nelle catene alimentari sotto forma di mangimi per animali da allevamento;

– Pratiche di questo genere evitano la dispersione di oli esausti negli impianti di canalizzazione e di depurazione delle acque di scarico, diminuendo così al minimo i danni prodotti dallo smaltimento incontrollato delle materie oleose di scarto, con conseguenti notevoli benefici anche di ordine economico per i mancati costi di manutenzione e riparazione (come viene certificato dal Comune di Graz).
– Sono evidenti anche i risparmi economici per quanto riguarda i costi di acquisto del carburante per la rete degli autobus.

Il Consiglio del Quartiere Reno richiede al Sindaco e agli assessori competenti per materia:

– Di realizzare un progetto per la raccolta differenziata degli oli esausti anche nella nostra città, al fine di recuperarli per l’utilizzo come carburante ecologico sui mezzi pubblici.
– Di coinvolgere nella realizzazione di tale progetto l’assessorato all’ambiente, l’assessorato alla mobilità, ATC, Hera S.p.A, le associazioni di rappresentanza dei ristoratori.

Filippo  Bortolini
(Vicepresidente Quartiere Reno)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: