RESPIRARE BOLOGNA

Il Blog di Filippo Bortolini

Soddisfazione per l’avvio del laboratorio partecipato per la costruzione del piano energetico.

manifestazione

(nella foto i cittadini del Quartiere reno manifestano contro la realizzazione della centrale di via Segantini e chiedono un percorso parteciapato – www.centralesegantini.it)

Bologna 28/02/06

Comunicato Stampa

Verdi: Soddisfazione per l’avvio del laboratorio partecipato per la costruzione del piano energetico.

In data 16 Febbraio 2006 è iniziato, presso la Sala Falcone Borsellino, il percorso partecipato per la costruzione del piano energetico dei Quartieri Reno e Porto.

Dopo il primo incontro di apertura, al quale hanno partecipato centinaia di cittadini, con la presenza degli assessori Merola e Patullo, in queste settimane si sono svolti gli approfondimenti con i gruppi delle diverse zone dei quartieri interessati e Venerdì 3 Marzo (c/o Scuole Medie Dozza ore 20,30) inizierà il vero e proprio avvio dei lavori del laboratorio.

Esprime grande soddisfazione per la scelta dell’Amministrazione Filippo Bortolini – vicepresidente del Quartiere Reno (con delega al Bilancio e Partecipazione e membro dell’esecutivo dei Verdi di Bologna)  che afferma:

“Come Verdi siamo soddisfatti, finalmente qualche cosa si muove nel campo delle politiche ambientali anche a Bologna; la nostra proposta, fatta ormai un anno fa, di creare un laboratorio partecipato per superare incomprensioni e polemiche, seguite alla ipotesi di Hera S.p.a di riconfigurare la rete di teleriscaldamento del Quartiere Reno ormai è realtà.”

Continua Bortolini: “E’ probabilmente la prima volta in Italia che si istruisce un percorso di questo genere e siamo convinti che possa essere una esperienza rivoluzionaria; il coinvolgimento dell’Amministrazione, dei cittadini, di Hera e di esperti esterni è garanzia di trasparenza nelle scelte energetiche che il Comune di Bologna dovrà operare nel prossimo futuro”.

“L’idea che abbiamo sviluppato è molto semplice, vogliamo confrontare l’ipotesi di lavoro fatta da Hera (una nuova centrale di cogenerazione, che vada a sostituire la ormai obsoleta centrale di Via Nanni Costa) con le proposte dei cittadini e di un comitato scientifico indipendente, per scegliere la soluzione più efficiente, meno impattante da un punto di vista sanitario e della qualità dell’aria”.

Conclude Bortolini:“Potremmo così valutare anche la qualità dell’aria di tutta l’area e fare le valutazioni su cosa sia meglio fare; in questa porzione di città insistono infatti assi viari di una certa portata come la via Emilia Ponente, l’Asse Attrezzato Sud Ovest e viale Togliatti; ma non solo ci sono ancora fabbriche come la Fonderia Sabiem o la Sintex Cal che producono rispettivamente ghisa ed asfalti. Con questo percorso metteremo sul tavolo tutte le fonti di inquinamento: veicolare, industriale, da riscaldamento e faremo così delle scelte veramente sostenibili”.

Ufficio Stampa Federazione Verdi di Bologna

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: