RESPIRARE BOLOGNA

Il Blog di Filippo Bortolini

Metro-Tram: Adesso vogliamo un confronto con il mondo ambientalista

tram-roma1

(nella foto un moderno Tram)

Bologna 15/10/2004


Comunicato stampa

Metro-Tram: Adesso vogliamo un confronto con il mondo ambientalista

“Dopo l’incontro con le forze economiche e i costruttori ora vogliamo un incontro con i Verdi, i comitati anti-smog e gli altri soggetti che in questi anni hanno lavorato per un progetto alternativo alla Metropolitana di Guazzaloca”.

Questa è la prima richiesta che fanno congiuntamente il Consigliere Comunale dei Verdi Roberto Panzacchi e il VicePresidente dei Verdi al quartiere Reno Filippo Bortolini.

Dice Bortolini : “Dopo aver espresso parere favorevole in quartiere la settimana scorsa, salvo accettare le nostre proposte migliorative, vogliamo provare ad avere un confronto franco e producente con l’assessore per mettere in pratica un vero processo di partecipazione. Non vorremmo trovarci a subire il terzo progetto di Metro-tramvia (Vitali, Guazzaloca,Cofferati), che attraversa il nostro quartiere a S.Viola, senza che le nostre proposte siano accettate.

Continua Panzacchi: “Nel parere votato al quartiere Reno si evidenziano alcune criticità del progetto, come il mancato allungamento della linea al Pilastro, al CAAB e alla nuova Facoltà di Agraria e la scelta arbitraria di proseguire sotto terra dopo la realizzazione del primo lotto (Fiera-Stazione).
Vogliamo proprio partire da questo punto. Noi, come del resto i comitati e tanti cittadini, vorremmo far risalire la Metro-tramvia all’interno dello scalo ferroviario e far percorrere in superficie anche i tratti di via Indipendenza e via Ugo Bassi, verso Borgo Panigale. Pensiamo che il risparmio di denaro che avremmo e la diminuzione dei tempi di costruzione della infrastruttura siano due motivazioni difficilmente contestabili.”

Ancora Bortolini: “D’altronde via Indipendenza, Ugo Bassi e Rizzoli, furono ampliate proprio per far passare il tram e dunque sono strade che possono sopportare senza problemi il passaggio delle carrozze, soprattutto in una prospettiva di minor traffico dovuta all’accensione di Sirio. Ribadiamo poi fortemente quanto sia diverso, da un punto di vista della sicurezza, avere una struttura che viaggia sotto terra e una che viaggia in superficie avendo anche una funzione di controllo sociale.

I due esponenti Verdi vorrebbero poi chiedere all’Assessore Zamboni e al Sindaco di ritardare il più possibile l’incontro con il Ministero, se è vero che tutto dovrà essere pronto entro la fine di Dicembre (p.v.). Si vorrebbe così, pur rendendosi conto della ristrettezza dei tempi, riuscire a fare un primo passo in discontinuità vera con la Giunta precedente che chiedeva pareri, ma che decideva senza tenerne conto.

I risparmi che si  avrebbero con l’accoglimento delle proposte degli esponenti del “Sole che Ride” potrebbero  essere immediatamente investiti per prolungare verso est la linea 1 (direzione S.Lazzaro) o per realizzare in superficie i collegamenti con CAAB e Facoltà di Agraria.

Panzacchi e Bortolini terminano, in completa sintonia, la discussione sul progetto bocciando la richiesta delle forze produttive di collegare con la Metro-tramvia anche l’aereoporto Marconi. Essi infatti ricordano che è già previsto un collegamento con una linea dedicata  di Servizio Ferroviario Metropolitano (SFM).

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger cliccano Mi Piace per questo: