RESPIRARE BOLOGNA

Il Blog di Filippo Bortolini

L´autostrada delle bici mai più code e smog!

Posted by filippobortolini su 8 giugno 2011

Una ne fanno e cento ne pensano, si dice spesso dei tedeschi. Il più delle volte, in senso buono, è vero, specie quanto a progetti per il progresso e la vivibilità del futuro.

Nascerà in Germania la prima autostrada per biciclette del mondo. Sarà lunga una buona sessantina di chilometri, unirà Dortmund e Duisburg, i due centri del popoloso bacino della Ruhr.

È l´antico cuore industriale e operaio del paese e il centro del Nordreno-Westfalia, lo Stato più popoloso della federazione, e quindi anche il più afflitto da code e ingorghi. Per cui il governo locale si sta decidendo a estremi rimedi: la bicistrada, appunto. Si chiamerà Radschnellweg Ruhr, o Radler B-1, non è stato ancora deciso.

Per tutti i sessanta chilometri, sarà larga ben cinque metri, abbastanza – dicono gli esperti di traffico della capitale regionale Duesseldorf – per assicurare uno scorrimento veloce e senza intoppi al numeroso popolo dei pendolari che ben volentieri sceglierà la bicicletta al posto dell´auto.

La bicistrada correrà quasi ovunque più o meno parallela all´autostrada federale A40, quella appunto che collega Dortmund e Duisburg, ma che da arteria di scorrimento veloce è diventata nel linguaggio popolare la “Autobahn delle lumache”: troppo traffico, troppe code, troppi ingorghi e ritardi sul lavoro e al ritorno dal lavoro.

E anche troppo inquinamento. Non sono fantasie, il progetto è già varato. Il ministro dei Trasporti locale, il socialdemocratico Harry Voigtsberger, ha fretta. Il Regionalverband Ruhr, l´azienda che gestisce i trasporti urbani e regionali nell´antico bacino minerario e industriale, commissionerà uno studio di fattibilità per studiare a livello operativo costi e problemi tecnici della costruzione della bicistrada. Dovrà essere tutta asfaltata, e scorrere in piano, senza pendenze né curve strette. Non è tutto: la vogliono costruire libera da incroci salvo casi di necessità assoluta, e assicurarne l´illuminazione serale.

È un progetto unico nel suo genere, dice Jens Hapke, dirigente del Regionalverband Ruhr: «Lungo il percorso tra le due città vivono almeno due milioni di persone, molte delle quali già oggi spesso preferiscono usare la bicicletta anziché l´auto per spostarsi ogni giorno da pendolari». In futuro, la bicistrada del bacino della Ruhr potrebbe fare scuola anche se già in Inghilterra ci sono esempi, ma intraurbani. Utopie e illusioni? A Duesseldorf dicono di no.

L´emergenza traffico sembra dar loro ragione: nessun´altra parte della Germania è semiparalizzata ogni giorno dalle code autostradali, che, sommate, a volte raggiungono lunghezze-record sui 340 chilometri e oltre. Il che vuol dire che, inquinamento a parte, la velocità commerciale extraurbana delle auto è scesa a medie bassissime, sui 31 km orari, poco più di metà dei 51,3 kmh della media nazionale. Disponendo di biciautostrade non si sarebbe certo più lenti.

Le premesse della mobilità a pedali in Nordreno-Westfalia le hanno costruite da decenni: investimenti per 1,4 miliardi di euro, una rete di strade per bici e piste ciclabili di 7700 chilometri, scusate se è poco.

FONTE: ANDREA TARQUINI – LA REPUBBLICA | 30 MAGGIO 2011

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: