RESPIRARE BOLOGNA

Il Blog di Filippo Bortolini

I candidati Verdi per le prossime elezioni amministrative 2011 nella lista civica ‘Amelia per Bologna’

Posted by filippobortolini su 30 aprile 2011

I filmati di presentazione dei nostri candidati al Consiglio Comunale di Bologna per le prossime elezioni amministrative del 15 e 16 maggio nella lista civica ‘Amelia per Bologna’.

Giorgio Pirazzoli: Mi candido perché mi piace darmi da fare per la nostra città, e voglio continuare a farlo anche in questo progetto. Ho 32 anni, sono nato e vivo a Bologna. Qui e a Parigi ho studiato Scienze Politiche con tesi sull’islam moderato tra Italia e Francia. Sono libero professionista.
Sono direttore del Mercato della Terra di Bologna, un mercato di produttori del nostro territorio, promosso dalla Provincia di Bologna, che ogni sabato mattina vendono i loro prodotti nel cortile della Cineteca di Bologna.
Ho lavorato per il commercio equosolidale e come educatore sociale, ho frequentato un Master in sviluppo sostenibile del territorio. Parlo francese, spagnolo, inglese e ho studiato arabo classico.
La nostra città è in crisi, e crisi in greco significa scelta, è ora di fare la scelta giusta per far incontrare economia ed ecologia, per consumare meno e vivere meglio. Per non sprecare e per sostenere il nostro territorio, urbano ed agricolo.

Carlo Bottos:  Ho 44 anni e continuo a sognare…… una città che contenga molte città, diverse tra loro, ricche di esperienze, lingue, emozioni, passioni e sogni. Una città aperta, ciclabile, solidale, ricca di diritti per i molti stili di vita che la abitano e la rendono unica, che riduca la propria impronta ecologica perchè la crisi climatica ci riguarda, che lotti per la Pace e contro le bombe, in cui la cultura e una socialità aperta siano il miglior antidoto alla paura, in cui il tema della precarietà ed il nuovo welfare municipale siano i primi dei punti in agenda della nuova amministrazione.

Lotto. Perchè la mia città non diventi leghista, razzista, sessuofoba ed omofoba. Perchè l’acqua sia bene comune, perchè la cultura e l’ecologia siano produzione di nuova economia.

Lotto. Perchè penso che felicità e nuovi diritti siano i due lati di una stessa medaglia chiamata comune.

Gabriele Bollini:  Ho 55 anni e vivo a Bologna dal 1994.
Sono urbanista e valutatore ambientale; ecologista e pacifista e obiettore di coscienza. Sono tra i promotori della Rete Ecologista Bolognese e della campagna “UnaltraHera”. Faccio parte del GAS-Energia (Gruppo di Acquisto Solidale), sono attivista della Rete di Economia. Solidale e socio di Banca Etica. Sono sposato e babbo di due figlie, di 8 e 12 anni, e sono impegnato nella difesa della scuola pubblica e per il rispetto dell’art. 33 della Costituzione. Sono co-presidente regionale dei Verdi per la Costituente Ecologista; sono stato referente nazionale dell’area tematica Ambiente della Rete Lilliput.

Sono professore a contratto all’Università di Modena, Facoltà di Ingegneria, e sono orgoglioso di insegnare nell’università pubblica. Svolgo attività di consulenza per il Settore Pianificazione Territoriale della Provincia di Forlì-Cesena in materia di valutazione ambientale dei piani.

Dal 2000 al 2009 sono stato dirigente del Servizio Tutela Ambientale presso il Settore Ambiente della Provincia di Bologna, e dal 1994 al 2000 ho ricoperto lo stesso ruolo nel Settore Ambiente e Territorio del Comune di Bologna, occupandomi in entrambe le amministrazioni di ambiente, energia, acque e sostenibilità. Sono stato professore a contratto dal 1996 al 2001 presso l’Istituto Universitario di Architettura di Venezia.

Dal 1995 al 2000 ho fatto parte del panel degli esperti ambientali della Environment European Commission sul progetto “Toward Environmental Pressure Indicators for the UE”. Attualmente sono membro del Consiglio Direttivo dell’Associazione Analisti Ambientali. Uso quotidianamente la bicicletta per muovermi in una città non propriamente gentile verso pedoni e ciclisti; mi piacerebbe tanto pedalare in sicurezza con le mie bimbe nella nostra città e prima o poi ci riusciremo. La mia impronta ecologica è di 3 ettari (quella dell’italiano medio è di 5). Mi candido perchè voglio dare il mio contributo per rendere una città bella come Bologna gentile, sostenibile, rinnovabile e solidale.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

 
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: